Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

ááááááááááááááááá P (95)

1.      Pace Antonio

2.      Pachielat Gioachino

3.      Pagella Teresio

4.      Pagliaro Antonio

5.      Paliasso Pierluigi

6.      Palmas Salvatore

7.      Panara Guglielmo

8.      Pancheri Attilio

9.      Pandiani Giuseppe

10.  Pangrazi Luigi

11.  Pankiewicz Dominik

12.  Pannori Mario

13.  Pantezzi Zenone

14.  Paragnin Narciso Giuseppe

15.  Paris Luigi

16.  Parodi Natale

17.  Parodi Pietro

18.  Parodi Silvio

19.  Parola Pietro

20.  Pascotto Antonio

21.  Pasinato Angelo

22.  Pasinato Gino

23.  Pasquali Elvino

24.  Pasquinelli Genefrido

25.  Passera Franco

26.  Patricola Ignazio

27.  Pattarello Giovanni Valdastico

28.  Pavesi Ambrogio

29.  Pawlik Waclaw

30.  Pedrini Cesare

31.  Pedron Adolfo

32.  Pedzik Wadyslaw

33.  Pelizza Giulio

34.  Pelizza Guerrino

35.  Pellacini Luigi Dante

36.  Pellanda Antonio

37.  Pellanda Pietro

38.  Pellizzari Angelo Salvatore

39.  Pellizzer Sebastiano

40.  Penalver Timoteo

41.  Penas Gioacchino

42.  Pensa Carlo

43.  Perciballi Arcangelo

44.  Perduca Arturo

45.  Pereira Dos Santos Luiz A.

46.  Perlo Clemente

47.  Perlo Pietro

48.  Peron Giuseppe

49.  Pesce Maineri Luciano

50.  Petrelli Giuseppe Guerrino

51.  Petruccelli Antonio

52.  Pezzarini Oscar Alcides

53.  Piacente Ottavio

54.  Piazza Giovanni Battista

55.  Picca Francesco

56.  Piccardo Attilio

57.  Piccardo Luigi

58.  Piccinetti Alceo

59.  Piccini Bruno

60.  Piccinini Gaetano

61.  Piccinini Rodolfo

62.  Piccioni Salvatore

63.  Piccoli Luigi

64.  Pieri Antonio

65.  Pietrarelli Ezio

66.  Pietruszka Stanislaw

67.  Pilatowicz Kazimierz

68.  Pilotto Antonio

69.  Pintado Olgis

70.  Pirani Giovanni

71.  Pirazzini Antonio

72.  Pisano Cesare (Frate Ave Maria)

73.  Pitto Francesco

74.  Pizzato Domenico

75.  Pizzelli Giovanni

76.  Plutino Sebastiano

77.  Pokladek Kazimierz

78.  Poletti Pasquale

79.  Poli Genesio

80.  Pollarolo Giuseppe

81.  Pompermayer Alberto

82.  Ponzano Mario

83.  Porcile Gugliemo

84.  Porfiri Giovanni

85.  Porro Giovanni

86.  Porta Gabriele

87.  Pose Alberto

88.  Prochot Josef

89.  Prochot Stanislao

90.  Prosia Francesco

91.  Prosperi Porta Salvatore

92.  Pszczolka Josef

93.  Punta Giuseppe

94.  Puppin Carlo Luigi

95.  Putorti Carmelo

 

 

 

 

 

 

 

 

Peron Giuseppe.jpgSac. Giuseppe Peron

              da Loreggiola di Loreggio (Padova), morto a Madrid (Spagna) il 1░ novembre 19S6, a 67 anni di etÓ, 49 di professione e 40 di sacerdozio.

Tornava a casa, dopo aver celebrato l'Eucaristia presso l'Istituto degli anziani źLa Pzaderas╗, quando la sua macchina veniva investita frontalmente da un autobus: era il giorno dei Santi, alle 18,30.

Padovano di nascita (12 agosto 1919), faceva parte di una famiglia di undici figli. Nel 1932 si presentava il 6 luglio al Seminario di Campocroce di Mirano (Venezia), accolto dal direttore Don Curetti: qui conobbe in due anni, ed ebbe compagni, alcuni cari nostri confratelli ( Don Pattarello, Don Zanatta, Don Lanza e altri). Ricevette l'abito sacro dalle mani del nostro Beato Fondatore, a Tortona, nel 1934, passando poi a Voghera e a Montebello per il ginnasio. Fatto il noviziato a Villa Moffa nel 1936, emette la prima volta i Voti religiosi ancora nelle mani stesse di Don Orione, il 1░ settembre 1937 accanto al quale poi, appena ritornato dall'America, egli ha il sommo bene di trascorrere gli anni della filosofia. Passa poi, per il tirocinio, al "San Giorgio" di Novi Ligure. Gli studi teologici, iniziati nel 1942 a Villa Rosano, sono coronati dalla professione perpetua (8.9. 1944) e dalla ordinazione sacerdotale, il 7 luglio 1946, ricevuta al Santuario della Guardia in Tortona con altri venti confratelli.

Compiuto il corso di pastorale al Castello Burio (Asti), fissa il suo proposito di essere missionario. Il 12 gennaio 1947 parte per l'Argentina, dove comincia il suo lavoro come assistente del Collegio apostolico e passa poi nel 1950 nella parrocchia santuario di Itati. Maestro dei Novizi a Claypole nel 1952, partecipa in Roma al Capitolo generale del 1958, quando, accogliendo l'invito di Don Lorenzo Nicola, lo segue in Spagna nel 1959, direttore della Casa di Dicastillo, anch'essa di orientamento vocazionale. Poi dal 1965 al 1971 Ŕ direttore a Cascante, dal 1971 al 1976 in Fromista; in seguito cura la formazione dei teologi dell'Opera in Madrid fino al 1984; contemporaneamente, formatasi la parrocchia di N. S. di Los Angeles, presso l'hogar Don Orione, ne diventa anche titolare sino alla morte. Visse poveramente, am˛ i poveri, ricco di aiuti spirituali a loro bene, umile, sereno, sempre pronto a servire: am˛ maternamente i suoi chierici e le vocazioni. Dotato di fraternitÓ entusiasta, nata da sentimento sincero di caritÓ evangelica, aveva una pietÓ eucaristica e una divozione mariana, che alimentavano il suo zelo, per cui si rese molto benvoluto dalla popolazione. Fece il giuramento di fedeltÓ al Papa, col primo gruppo, nella basilica vaticana. L'improvvisa scomparsa di Don Peron ha colpito molto tutti, ma specialmente i giovani aspiranti e membri dell'Opera che, nel saluto al caro Padre, hanno sentito in cuore l'invito a emularne la santitÓ della vita, sulle orme del Beato Don Orione e degli altri nostri Servi di Dio.

(dagli "Atti e Comunicazioni della Curia Generalizia", novembre dicembre 1986)