Casella di testo: Metodi per diventare Santi
Casella di testo:         Tra i Santi del primo novembre                                           posta@unangelo.it

Don Giulio Mariano

 

Sacerdote dell’Opera di Don Orione

Nato a Fallo (CH) il 2 febbraio 1924 e morto il 4 ottobre 1996.

 

             Fin da piccolo chiamato dal Signore a consacrare la sua vita nella famiglia religiosa di Don Orione, don Giulio rispose con generositŕ e dedicň tutte le sue energie al servizio dei ragazzi orfani e abbandonati, dei mutilatini di guerra e dei disabili.

             Sacerdote di carattere forte e insieme aperto e gioviale, chiamň attorno agli ospiti delle case di don Orione numerosi amici, che condivisero con lui la passione dei poveri e lo sostennero con generositŕ nella ristrutturazione del fatiscente Piccolo Cottolengo di Napoli e poi nella realizzazione dello splendido monumento della Caritŕ di Ercolano.

             Negli ultimi anni, nonostante l'etŕ e la salute alquanto cagionevole, ha continuato a lavorare per i giovani e con i giovani di Avezzano, lasciando in tutti un ricordo, che rimarrŕ in benedizione.

 

            

             “Avevo appena finito la V^ elementare a Semivicoli (CH) quando conobbi don Giulio. Era venuto in paese ed aveva chiesto al parroco don Luigi De Vecchis se poteva parlare ai chierichetti. Io ero tra questi. Le prime parole che udii dalla bocca di don Giulio: “chi di voi si vuole fare Sacerdote?”  ed io istintivamente alzai la mano e dissi: “io!”. Ed eccomi Sacerdote nell’Opera di Don Orione. Fu per me la chiamata di Dio. E per questo motivo don Giulio fu per me strumento nelle mani di Dio e  ne conservo il ricordo in venerazione di un Santo che elenco tra quelli non canonizzati e che la Chiesa ricorda il 1 Novembre nella festa di tutti i Santi”.

           don Angelo

 

Altre notizie su Figli della Divina Provvidenza