Casella di testo: “Hanno Scritto”      mEtodi per diventare santi
Casella di testo: posta@unangelo.it

Salve,
mi chiamo Federica e sono una ragazza sarda tanto devota. Purtroppo
ho dei problemi abbastanza seri di salute, che riguardano il respiro, e
che mi costringono a quasi giornaliere visite in pronto soccorso perché
smetto di respirare e riprendo solo con forti dosi di cortisone e dopo essere
stata messa sotto ossigeno. Nonostante ciò posso dire di essere una persona
fortunatissima e felicissima perché in tutto questo dolore Dio ha voluto
aprirmi le sue braccia e mi ha letteralmente investito col meraviglioso
dono della fede. Non potevo ricevere regalo più grande! Neanche la guarigione
avrebbe potuto rendermi così felice, e con la fede riesco a superare tutto
perché
so che Dio mi ama tantissimo e quindi non può volere il mio male,
e se sta facendo tutto questo vuol dire che ha un disegno per me che io,
la più miserabile e indegna delle sue serve, non posso vedere ma che sicuramente
è quello giusto per me!  Quindi accetto tutte le mie sofferenze ben sapendo
che verrò ricompensata in modo molto maggiore e sono felice! Cercando, nel
mio piccolo, di offrirle al Signore per le anime che ancora hanno tanto
da tribolare su questa terra, molto più di me! Mentre sono in ospedale e
mi curano perché sono in preda a
una crisi, sgrano il rosario e invoco il
Signore e subito una gioia immensa invade il mio cuore e sono serena! E
non posso che provare gran pena per i medici e tutti coloro che mi chiedono
perché, nonostante tutti i miei dolori, continuo a pregare e ringraziare
Dio.
Poverini! loro non hanno ancora capito cosa è veramente importante e prego
tanto per loro perché possano presto ricevere il mio stesso dono, il dono
più bello, quello della fede!
Ma ora vi avrò sicuramente annoiato e me ne dolgo, vogliate scusarmi.
Vi scrivo perché in seguito, diciamo così, alla mia " conversione"(prima
infatti non ero molto devota
e credente..), mi è nata una passione grandissima
che riempie le mie giornate e mi fa tanta compagnia, visto che a causa della
mia malattia, di cui ancora non hanno trovato la cura, ho perso il lavoro
perché praticamente non sono in grado di fare nessun movimento perché anche
pochi passi o forti emozioni, ma anche forti profumi o i pollini, irritano
il mio già precario apparato respiratorio e mi mandano in crisi respiratoria, mettendo
ogni volta a rischio concreto la mia vita.
Dicevo, appunto, di aver perso il lavoro e di uscire pochissimo e di aver
trovato una cosa che mi riempie il cuore e
le giornate e mi fa tanta, ma
tanta compagnia: è collezionare Santini Religiosi. Ogni volta che un Santo,
o un beato, o un venerabile entrano a far parte della mia collezione ( anche
se non mi piace definirla così perché per me non è un qualcosa di freddo
e commerciale, ma una vera e propria passione e una forma di evangelizzazione
e diffusione della parola di Dio tramite la vita di queste persone speciali
che ci devono servire da esempio), mi sembra di conoscere un nuovo amico
e recitando le preghiere che magari si trovano sul retro, trovo un po' di
conforto e mi sento arricchita. Per questo
Vi scrivo. Mi renderebbe felicissima
ricevere da Voi del Vostro materiale, Santini Religiosi di santi, beati
e venerabili, o reliquie appunto della Vostra zona, dai più conosciuti a
quelli sconosciuti. Quanto mi fareste felice! Ma se non Vi fosse possibile
non importa, mi accontento di chiedervi una preghiera per me (che chiedo
comunque promettendovi le mie in cambio, qualunque sia la Vostra risposta,
in ogni caso) visto che il Signore ci ha insegnato che la dove ci saranno
2 o più persone che pregheranno lui sarà li! Scusate se vi ho annoiato.
In attesa di una Vostra risposta, positiva o negativa, Vi mando i miei più
sinceri e sentiti saluti.