Casella di testo: 16  luglio                 metodi per diventare santi
Casella di testo: L'anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l'umiltà della sua. serva.

 

Nella Sacra Scrittura si celebra la bellezza del Carmelo, dove il profeta Elia difendeva la purezza della fede di Israele nel Dio vivente. Nel secolo XII alcuni eremiti si ritirarono su questo monte, ed in seguito fondarono un Ordine di vita contemplativa sotto il patrocinio della santa Madre di Dio, Maria. La festa del 16 luglio è strettamente collegata alla devozione allo scapolare, da cui hanno avuto origine varie confraternite e associazioni laicali. Tale devozione non è presente fin dagli inizi dell'Ordine, ma viene introdotta gradualmente fin dal XIV

.

Maria SS. del Carmine

 

Nel Calendario della Chiesa è segnata a questa data la festa della Beata Vergine del Monte Carmelo.

Giorno onomastico per tutte coloro che ripetono il nome di Carmela, Carmen, Carmelo, Carmine.

Lo scapolare

La Regina del Cielo, apparendo tutta raggiante di luce, il 16 luglio 1251, al vecchio generale dell'Ordine Carmelitano, San Simone Stock (il quale L'aveva pregata di dare un privilegio ai Carmelitani), porgendogli uno scapolare -detto comunemente «Abitino»- così gli parlò: «Prendi figlio dilettissimo, prendi questo scapolare del tuo Ordine, segno distintivo della mia Confraternita, privilegio a te e a tutti i Carmelitani. CHI MORRA RIVESTITO DI QUESTO ABITO NON SOFFRIRA II. FUOCO ETERNO; questo è un segno di salute, di salvezza nei pericoli, di alleanza di pace e di patto sempiterno».

Detto questo, la Vergine scomparve in un profumo di Cielo, lasciando nelle mani di Simone il pegno della Sua Prima «Grande Promessa».

La Madonna, dunque, con la Sua rivelazione, ha voluto dire che chiunque indosserà e porterà per sempre l'Abitino, non solo sarà salvato eternamente, ma sarà anche difeso in vita dai pericoli.

Non bisogna credere minimamente, però, che la Madonna, con la sua Grande Promessa, voglia ingenerare nell'uomo l'intenzione di assicurarsi il Paradiso, continuando più tranquillamente a peccare, o forse la speranza di salvarsi anche privo di meriti, ma piuttosto che in forza della Sua Promessa, Ella si adopera in maniera efficace per la conversione del peccatore, che porta con fede e devozione l'Abitino fino in punto di morte. 

PREGHIERA  A MARIA  SS.ma DEL CARMINE

 

1 - O Vergine del Carmelo, madre nostra amabilissima, poiché ci hai onorato col dono del Santo Abitino come pegno della tua materna protezione, ti preghiamo di aiutarci a portarlo degnamente come segno della nostra filiale consacrazione al tuo servizio. Ave Maria.

 

2 - Tu ci hai donato, o Maria, il S. Abitino, perché fosse il nostro distintivo di figli tuoi devoti, ottienici la grazia di vivere sempre in santità e purezza di vita per rendere onore al tuo nome e dare gloria a Dio. Ave Maria.

 

3 - Donandoci il S. Abitino, o Maria, hai voluto dimostrarci la tua predilezione di madre, ti preghiamo di suscitare nei nostri cuori la riconoscenza per tanto dono e il desiderio di imitare le tue singolari virtù. Ave Maria.

 

4 - Col S. Abitino, o Maria, ci hai assicurato la tua assistenza nei momenti di pericolo per le anime nostre: difendici contro le insidie del demonio e ottienici la forza di vincere le nostre inclinazioni al male e rimanere fermi nei propositi di una vita sempre più conforme alla nostra vocazione alla santità. Ave Maria.

 

5 - O Maria, Mediatrice di tutte le grazie presso Dio, tu che col S. Abitino ci vuoi rivestiti delle tue vesti di salvezza, facci partecipi delle tue virtù per raggiungere la santità ed essere degni della benevolenza di Dio. Ave Maria.

 

6 - O Madre del Carmelo, che per la tua sublime dignità di Madre di Dio sei la nostra potente avvocata in Cielo, intercedi per noi e ottienici la grazia di vivere in conformità piena alla santa volontà di Dio nello spirito di mortificazione e di preghiera. Ave Maria.

 

7 - O Maria, Madre della misericordia, tu ci fai infine sperare che morendo dopo una vita cristiana modellata sulle tue virtù e andati al Purgatorio ci avresti sollevati e al più presto liberati da quelle pene: fa che perseveriamo fino alla morte nella devozione al tuo S. Scapolare, vivendo con più impegno la nostra vita cristiana nell'amore a Dio e ai fratelli. Ave Maria.