Casella di testo: 4  marzo        metodi per diventare santi
Casella di testo: Farsi povero con il povero per portarlo a Cristo

E' il patrono dell'eroica terra di Lituania, fedelissima al Vangelo e alla Chiesa, nonostante le molte persecuzioni subite.

Nato nel 1458, fu principe ereditario del regno di Polonia, re eletto di Ungheria. In mezzo alle agiatezze e ai piaceri della vita di corte, il giovane portò la contestazione del Vangelo, testimoniando una castità feconda di grande amore e di generoso interessamento per i poveri. Non ritenne l'autorità di cui era rivestito come un dominio e un potere, ma come un servizio e come servo di tutti sempre si comportò nei suoi pubblici impegni di governo.

Era devotissimo della Vergine Santissima ed in suo onore compose un inno pieno di soavità e di dolcezza che ancora adesso si usa nelle funzioni che si tengono in Polonia e Lituania. L'inno in un latino semplicissimo e armoniosissimo dice: «Omni die die Mariae, mea, laudes, anima. Ejus festa, ejus gesta cole devotissima» che vuoi dire: «Ogni giorno canta, o anima mia, le lodi di Maria. Onora devotamente le sue feste e la sua santità ». Una copia di questo inno fu trovata sotto il suo capo, quando nel 1604 si aprì la sua tomba per una ricognizione e si trovò il suo corpo intatto.

Morì giovanissimo a 25 anni dopo aver consacrato tutta la sua vita al servizio di Dio e del prossimo. Dalla Chiesa è sempre stato additato, specialmente ai giovani, come modello di purezza intemerata e di generosa dedizione, di forza d'animo e di nobili sentimenti.

Il Card. Schuster nella sua opera «Liber Sacramentorum» così scrive di lui: «Le feste dei santi re e dei potenti di questa terra hanno un pregio e una bellezza tutta loro propria; perché quanto è più difficile la pratica della perfezione cristiana in tale stato, in mezzo cioè alle lusinghe delle ricchezze e della gloria, è altrettanto più gloriosa la vittoria che Cristo riporta per opera dei suoi fedeli, re degli uomini, ma servi di Gesù ».

La preghiera di questo giorno dice così: «O Dio onnipotente, che ci chiami a servirti per regnare con te, fa' che per intercessione di S. Casimiro viviamo costantemente al tuo servizio nella santità e nella giustizia ».

San Casimiro

 

Cracovia, Polonia, 3 ottobre 1458 Grodno, Lituania, 4 marzo 1484

 

Patrono della Lituania