Casella di testo: 25 aprile       metodi per diventare santi
Casella di testo: Lavoriamo senza chiasso e senza tregua… 
lavoriamo sotto lo sguardo di Dio… di Dio solo.
(San Luigi Orione)

San Marco

Evangelista

 

San Marco era cugino di Barnaba. Seguì l’apostolo Paolo nel suo primo viaggio missionario e poi anche a Roma.
Fu discepolo di Pietro del quale riprodusse la predicazione nella stesura del suo vangelo. La tradizione gli attribuisce la fondazione della Chiesa di Alessandria.

    Dal trattato «Contro le eresie» di sant’Ireneo, vescovo


  La Chiesa, sparsa in tutto il mondo, fino agli ultimi confini della terra, ricevette dagli apostoli e dai loro discepoli la fede nell’unico Dio, Padre onnipotente, che fece il cielo la terra e il mare e tutto ciò che in essi è contenuto (cfr. At 4, 24). La Chiesa accolse la fede nell’unico Gesù Cristo, Figlio di Dio, incarnatosi per la nostra salvezza. Credette nello Spirito Santo che per mezzo dei profeti manifestò il disegno divino di salvezza: e cioè la venuta di Cristo, nostro Signore, la sua nascita dalla Vergine, la sua passione e la risurrezione dai morti, la sua
ascensione corporea al cielo e la sua venuta finale con la gloria del Padre. Allora verrà per «ricapitolare tutte le cose» (Ef 1, 10) e risuscitare ogni uomo, perché dinanzi a Gesù Cristo, nostro Signore e Dio e Salvatore e Re secondo il beneplacito del Padre invisibile «ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra, e ogni lingua lo proclami» (Fil 2, 10) ed egli pronunzi su tutti il suo giudizio insindacabile.
Avendo ricevuto, come dissi, tale messaggio e tale fede, la Chiesa li custodisce con estrema cura, tutta compatta come abitasse in un’unica casa, benché ovunque disseminata. Vi aderisce
unanimemente quasi avesse una sola anima e un solo cuore. Li proclama, li insegna e li trasmette all’unisono, come possedesse un’unica bocca.

Benché infatti nel mondo diverse siano le lingue, unica e identica è la forza della tradizione. Per cui le chiese fondate in Germania non credono o trasmettono una dottrina diversa da quelle che si trovano in Spagna o nelle terre dei Celti o in Oriente o in Egitto o in Libia o al centro del mondo. Come il sole, creatura di Dio, è unico in tutto l’universo, così la predicazione della verità brilla ovunque e illumina tutti gli uomini che vogliono giungere alla conoscenza della verità. E così tra coloro che presiedono le chiese nessuno annunzia una dottrina diversa da questa, perché nessuno è al di sopra del suo maestro.

Si tratti di un grande oratore o di un misero parlatore, tutti insegnano la medesima verità. Nessuno sminuisce il contenuto della tradizione. Unica e identica è la fede. Perciò nè il fecondo può arricchirla, nè il balbuziente impoverirla.


 

SAN MARCO, evangelista - 25 APRILE

 

San Marco era cugino di Barnaba. Seguì l'apostolo Paolo nel suo primo viaggio missionario e poi anche a Roma.

Fu discepolo di Pietro del quale riprodusse la predicazione nella stesura del suo vangelo. La tradizione gli attribuisce la fondazione della Chiesa di Alessandria.

 

Ingresso

<< Andate in tutto il mondo,

predicate il Vangelo a ogni creatura >>.

Alleluia.

 

Colletta

O Dio, che hai glorificato il tuo evangelista Marco con il dono della predicazione apostolica, fà che alla scuola del Vangelo, impariamo anche noi a seguire fedelmente il Cristo Signore. Egli è Dio...

 

I Lettura

1 Pt 5, 5-14

Carissimi, rivestitevi tutti di umiltà gli uni verso gli altri, perchè Dio resiste ai superbi, ma dá  grazia agli umili. Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, perché vi esalti al tempo opportuno, gettando in lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi. Siate temperanti, vigilate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare.

Resistetegli saldi nella fede, sapendo che i vostri fratelli sparsi per il mondo subiscono le stesse sofferenze di voi. E il Dio di ogni grazia, il quale vi ha chiamati alla sua gloria eterna in Cristo, egli stesso vi ristabilirà, dopo una breve sofferenza vi confermerà e vi renderà forti e saldi.

A lui la potenza nei secoli. Amen!

Vi ho scritto, come io ritengo, brevemente per mezzo di Silvano, fratello fedele, per esortarvi e attestarvi che questa è la vera grazia di Dio. In essa state saldi! Vi saluta la comunità che è stata eletta come voi e dimora in Babilonia; e anche Marco, mio figlio. Salutatevi l'un l'altro con bacio di carità. Pace a voi tutti che siete in Cristo!

 

Salmo

Sal 88

Annunzierò ai fratelli la salvezza del Signore.

 

Canterò senza fine le grazie del Signore,

con la mia bocca annunzierò la tua fedeltà nei secoli,

perché hai detto:

<< La mia grazia rimane per sempre >>;

la tua fedeltà è fondata nei cieli.

 

I cieli cantano le tue meraviglie, Signore,

la tua fedeltà nell'assemblea dei santi.

Chi sulle nubi è uguale al Signore,

chi è simile al Signore

tra gli angeli di Dio?

 

Beato il popolo che ti sa acclamare

e cammina, o Signore, alla luce del tuo volto:

esulta tutto il giorno nel tuo nome,

nella tua giustizia trova la sua gloria.

 

Canto al Vangelo

Alleluia, alleluia.

Noi predichiamo Cristo crocifisso,

potenza e sapienza di Dio.

Alleluia.

 

Vangelo

Mc 16, 15-20

In quel tempo, Gesù apparve agli Undici e disse loro: <<Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato.

E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno>>.

Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio.

Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l'accompagnavano.

 

Sulle Offerte

Accogli, Signore, il sacrificio di lode che ti offriamo nel ricordo glorioso di san Marco, e fà che nella tua Chiesa sia sempre vivo e operante l'annunzio missionario del Vangelo. Per Cristo nostro Signore.

 

Dopo la Comunione

Il dono ricevuto alla tua mensa ci santifichi, Signore, e ci confermi nella fedeltà al Vangelo, che san Marco ha trasmesso alla tua Chiesa. Per Cristo nostro Signore.

Casella di testo: posta@unangelo.it